la prova del possesso ai fini della usucapione.

“La prova rigorosa dell’inizio del possesso, dell’esercizio dello stesso e del decorso del tempo idoneo ad usucapire è preciso onere di chi intende far valere la fattispecie acquisitiva originaria e non potrà essere assolto ricorrendo a semplici deduzioni, supposizioni o presunzioni.”

Una aspra vicenda familiare consente al Tribunale apuano (Tribunale Massa 17 luglio 2018 n. 525) di affrontare l’onere probatorio che incombe a colui che rivendica l’acquisto per usucapione di un bene immobile: specie laddove – in ambito familiare – il godimento del bene inizi come mera detenzione, è onere di colui che ritiene di aver usucapito dare prova netta della avvenuta interversione e dell’inizio del potere di fatto sulla cosa che – unitamente al decorso del tempo – costituisce elemento cardine della fattispecie acquisitiva.

Trib_massa_17luglio2018

© massimo ginesi 11 settembre 2018

la prova del possesso ai fini della usucapione.
Tagged on:                         
Questo sito web salva alcune informazioni sui visitatori. I dati sono usati per fornire un esperienza personalizzata e conteggiare le visite in conformità con il GDPR (European General Data Protection Regulation). È possibile disattivare questa funzione, la scelta verrà ricordata per un anno e sarà salvata in un cookie. Accetta, Rifiuta
656